Da SIMG e Cittadinanzattiva un libro domande-risposte sui vaccini

“… Basta diffidenze, dubbi, ostilità e dietrologie sui vaccini. Questi importanti presidi sanitari devono essere incentivati il più possibile tra tutta la popolazione italiana”. E’ questa l’opinione della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) che ha perciò deciso di realizzare, in collaborazione con Cittadinanzattiva, l’instant book Domande e Risposte Sui Vaccini…. “

Queste sono le prime righe di un comunicato stampa della SIMG, Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, del 30 marzo ultimo scorso.

In sostanza, l’associazione scientifica più rappresentativa dei medici di Medicina Generale, la SIMG, non ha potuto fare altro che constatare che siamo in un momento di grande difficoltà comunicativa sul ruolo e sulla sicurezza delle vaccinazioni.

E’ proprio vero che la memoria degli uomini sulle “cose buone” è veramente corta.

Sembriamo dimenticare il ruolo che i vaccini hanno avuto nella debellazione o nella riduzione a livelli minimi di alcune malattie che nei secoli scorsi hanno mietuto vittime a centinaia di migliaia, senza alcuna preferenza di età, sesso e censo.

Il Vaiolo, la Poliomielite, la Difterite, il Tetano, la Pertosse, la stessa Influenza sono solo alcuni esempi delle nostre regioni

Il virus del Vaiolo poi è addirittura scomparso e di lui forse (chissà) ne restano solo esemplari in qualche laboratorio.

Che poi i vaccini siano effettivamente farmaci e non acqua di fonte non c’è dubbio e in quanto tali è accaduto l’insorgenza di affetti avversi, pur raramente anche gravi.

Ma sono descritti casi fatali per assunzione di amoxicillina, un ottimo antibiotico, casi fatali per assunzione di antinfiammatori, perfino casi fatali per assunzione di farmaci antidiabetici e praticamente casi fatali per l’assunzione di qualunque farmaco.

Ma un diabetico non si sognerebbe mai di non prendere il suo farmaco per paura di effetti avversi; al massimo, con la guida del suo medico di fiducia, ne evita l’uso scorretto.

Ed è proprio questo il problema: l’uso corretto dei farmaci.

I vaccini sono farmaci e quindi

  • certamente l’uso non deve essere scorretto,
  • altrettanto certamente devono essere usati quando il loro corretto uso permette un beneficio

Ed il beneficio dei vaccini è stato ed è ancora una diminuzione “drammatica” della possibilità di ammalarsi per patologie infettive gravate di elevata possibilità di complicanze, addirittura fino al decesso.

L’opuscolo della SIMG, creato in collaborazione con Cittadinanzattiva, è per la verità quasi un libro, sono 34 pagine comprese copertina ed indice, ed il linguaggio è molto accessibile.

NE CONSIGLIO CALDAMENTE LA LETTURA.

Ma comunque è una lettura utile sia per gli scettici, sia per i dubbiosi, sia per i “credenti”.

Collegamento alla pagine del comunicato stampa

COLLEGAMENTO ALLA PAGINA DA DOVE VISIONARE/SCARICARE L’ISTANT BOOK “DOMANDE E RISPOSTE SUI VACCINI” a cura di SIMG e Cittadinanzattiva

Dott. Salvatore Nicolosi

LIMITAZIONE DI RESPONSABILITA'

Le notizie contenute nel sito sono tenute costantemente aggiornate e ho fatto ogni sforzo per curarne l'esattezza. Tuttavia è possibile che uno o più dei contenuti siano inesatti, nonostante l'attenzione posta.

Il curatore del sito pertanto esorta i visitatori a verificare l'esattezza delle informazioni contenute prima di farne uso e, in ogni caso, le informazioni di carattere sanitario non possono in alcun modo sostituire l'opera di un medico reale il quale è l'unico che può individuare una diagnosi certa e proporre una corretta terapia.

Nessuna terapia o provvedimento diagnostico deve essere intrapreso senza avere prima consultato il proprio medico di fiducia o uno specialista.

Nessuna responsabilità si assume il sottoscritto per l'uso incauto di informazioni contenute nel presente sito.

consultato il proprio medico di fiducia o uno specialista.

Nel sito sono presenti collegamenti a siti esterni assolutamente estranei al sottoscritto il quale quindi non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni cagionati dall'uso incauto delle informazioni ivi contenute.
consultato il proprio medico di fiducia o uno specialista.

Dott. Salvatore NicolosI

2 Comments

  1. bruno 12 maggio 2017
    • Dott. Salvatore Nicolosi 12 maggio 2017