Questo è una pagina in continuo aggiornamento con mini-risposte su istanze rilevate dal monitoraggio degli accessi al sito da motori di ricerca e che probabilmente non hanno trovato una risposta precisa, con particolare riferimento a problematiche sull’invalidità civile in soggetti minori di 18 anni.
Avverto che uno stesso quesito può essere presente in più sezioni.

.

Data accesso: 29/06/2016 => Termine di ricerca: per fare una lastra mio figlio invalido ha la precedenza?

Tra i benefici per gli invalidi civili NON è prevista le precedenza nell’esecuzione di esami diagnostici o visite specialistiche; del resto, ragionando, una radiografia di “routine” per un invalido non è affatto urgente rispetto ad un esame radiografico di un soggetto non invalido ma con il sospetto di una grave malattia.

E’ il medico prescrittore che, in rapporto al quesito diagnostico e al sospetto clinico, indica in ricetta la priorità per l’esecuzione dell’esame.

.

Data accesso: 20/01/2014 => Termine di ricerca: con un rene piu piccolo si puo chiedere la pensione di invalidità in ambito scolastico
Credo che il navigatore si riferisca all’indennità di frequenza: “difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età”; nel caso prospettato ciò che conta è la funzionalità renale. Se è normale non credo che sussistono i requisiti per la concessione dell’indennnità di frequenza in quanto il minore non ha particolari problemi nella sua vita quotidiane e neppure necessità di particolare assistenza sanitaria.

.

Data accesso: 07/11/12 => Termine di ricerca: il minore invalido al 35% ha diritto alla frequenza?
Nel caso dei minori di 18 anni l’invalidità non viene valutata in percentuale, ma solo SI ==> sussistono “difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età”, quindi ha diritto ad indennità di frequenza, oppure NO ==> “minore non invalido” e quindi non ha il diritto ad indennità di frequenza

.

Data accesso: 06/11/12=> Termine di ricerca: indennita di accompagnamento viene sospesa al compimento dei 18 anni
NO, quella che viene sospesa è l’indennità di frequenza.

.

Data accesso: 20/01/12=> Termine di ricerca: invalidità civile 2012 malattie rare bambini
Non esiste una tabella specifica di invalidità per i minori in quanto, per definizione, la tabella del DM 05/02/1992, relativa alle percentuali di invalidità, si riferisce alla riduzione delle capacità lavorative. Per i minori si valuta se sussistono “difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età”, indipendentemente dalla patologia, sia essa rara o “comune”. Nessuna novità legislativa a questo proposito, nè nel 2011 e tantomeno nel 2012.

.

Data accesso: 07/09/11=> Termine di ricerca: tabella invalidità bambini
Non esiste una tabella specifica di invalidità per i minori in quanto, per definizione, si tratta di tabella che valutano la riduzione delle capacità lavorative. Per i minori si valuta se sussistono “difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età“, ed in questo caso verrebbe concessa l’indennità di frequenza, oppure se “non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita” e/o “non in grado di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompgnatore“, ed in questo caso verrebbe concessa l’indennità di accompgnamento, in ogni caso non entrambe.

.

Data accesso: 27/07/11=> Termine di ricerca: tabella invalidita’ t.wilms
Il Tumore di Wilms è un tumore infantile, quindi suppongo che il soggetto per cui si compie la ricerca sia minorenne; in questo caso NON si usano le tabelle del DM 5/2/1992 in quanto queste, per definizione, indicano la riduzione delle capacità lavorative negli adulti. Nel caso dei minorenni invece si valuta se sussistono “difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età”, ed in questo caso verrebbe concessa l’indennità di frequenza, oppure se “non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita” ed in questo caso verrebbe concessa l’indennità di accompgnamento, non entrambe.

.

Data accesso: 13/07/11=> Termine di ricerca: assegno di frequenza patologie aventi diritto
Data accesso: 08/07/11=> Termine di ricerca: elenco di patologie rare con diritto all assegno di frequenza
Non esiste un elenco di malattie, rare o comuni che siano, per il quale automaticamente si riconosce l’indennità di frequenza ai minori; il criterio è: Minore con difficoltà persistente a svolgere i compiti e le funzioni della propria età; un criterio generico, ma, a volte proprio per questo, favorevole.

.

Data accesso: 03/07/11=> Termine di ricerca: indennità di accompagnamento per minore diabetico 2011
Ai minori di 18 anni può essere riconosciuto il diritto ad indennità di frequenza OPPURE ad indennità di accompagnamento, non entrambi; il criterio per la concessione dell’indennità di accompagnamento è che il soggetto sia impossibilitato a compiere gli atti quotidiani della vita oppure si trovi nella impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore. Un minore di 18 anni diabetico pertanto PUO’ possedere i requisiti per la concessione dell’indennità di accompagnamento, ma solo se si tratta di bambini piccoli che non hanno ancora raggiunto una sufficiente autonomia nella gestione della terapia insulinica; per un 16-17enne ad esempio non credo si possa affermare che sussistono i requisiti per la concessione di indennità di accomgnamento; peraltro nel 2011 non ci sono state novità sotto questo aspetto e neppute negli anni successivi.

.

Data accesso: 27/06/11=> Termine di ricerca: punteggio invalidità bambino con rene multicistico
Data accesso: 27/06/11=> Termine di ricerca: percentuale d’invalidità nei minori
Trattandosi di un minore di 18 anni si valuta l’esistenza di una “difficoltà persistente a svolgere i compiti e le funzioni della propria età“; non si usa la tabella dell’invalidità del DM 5/02/1992; però, se si tratta di un rene multicistico in assenza di insufficienza renale, come spero, la commissione potrebbe valutare il bambino “non invalido”. Fondamentale in questo tipo di valutazioni è l’incidenza funzionale dell’infermità.

.

Data accesso: 08/06/11=> Termine di ricerca: che significa d. nd. nella tabella invalidità
“d.” vuol dire arto “dominante”, quindi il braccio destro del destrimane e il braccio sinistro nel mancino; “n.d.” vuol dire “non dominante”, quindi braccio destro nel mancino e braccio sinistro nel destrimane.

.

Data accesso: 25/05/11=> Termine di ricerca: linee guida minori disabili regione sicilia
Non mi risulta che in Sicilia sia stato emanato un Decreto Assessoriale o una Legge Regionale relativa a linee guida su minori disabili; è stata emanato un decreto assessoriale per il percorso riabilitativo ed integrativo dei soggetti con autismo, quindi sia minori che adulti (vedere QUESTA pagina per un commento e QUESTA pagina per il testo).