Categoria: in evidenza

Bonus Bebè e certificati gravidanza

Questo è un periodo in cui sono numerose le richieste di certificazioni di gravidanza per accedere al Bonus Bebè che, oltretutto, sembra sarà riproposto anche nella prossima finanziaria.
L’INPS. con la circolare . 82 del 4 maggio 2017 ha date le indicazioni utili per la compilazione telematica del certificato e la procedura, contestualmente, è stata implementata nella sezione dei servizi dedicati ai medici certificatori.
Questa mia nasce da un quesito che mi è stato posto da una collega alle prese con il suo primo certificato telematico per “gravidanza ed interruzione di gravidanza”.

Lei pensava che io ne sapessi di più, ma io non ne ho ancora compilati

Il problema era che il parto era già avvenuto e non è possibile fare un certificato di gravidanza per una madre che ha già partorito; il sistema telematico INPS non lo permette!

Come si fa quindi ad accedere al bonus bebè visto che il certificato di gravidanza telematico non può essere inviato?

L’indennizzo per i malati di mesotelioma non professionale può essere richiesto anche dagli eredi

TC di mesotelioma pleurico (vasta massa che schiaccia il polmone destro) - tratto da Wikipedia.org

TC di mesotelioma pleurico (vasta massa che schiaccia il polmone destro) – tratto da Wikipedia.org

Con la circolare n. 13 del 15 marzo 2017 l’INAIL ha comunicato che gli eredi dei soggetti deceduti per mesotelioma possono presentare direttamente essi stessi l’istanza.

In precedenza gli eredi potevano presentare una istanza di “erogazione” dell’indennizzo, ma solo se il loro congiunto ormai deceduto aveva già presentato l’istanza per il riconoscimento della prestazione.

Tutto ciò a seguito delle modifiche che l’articolo 3 comma 3-quinquies della legge 27 febbraio 2017, n. 19 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, recante proroga e definizione di termini. Proroga del termine per l’esercizio di deleghe legislative”.

Più in dettaglio:

” 3-quinquies. All’articolo 1, comma 292, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) al primo periodo, dopo le parole: «nel corso dell’anno 2015» sono inserite le seguenti: «e dell’anno 2016» e le parole: «entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge» sono sostituite dalle seguenti: «entro il 31 marzo 2017»;

b) al secondo periodo, dopo le parole: «in favore degli aventi diritto per l’anno 2015» sono aggiunte le seguenti: «e per l’anno 2016».

Il testo dell’articolo 1, comma 292, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita’ 2016) diventa:

292. Le prestazioni assistenziali di cui all’articolo 1, comma 116, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, a favore dei malati di mesotelioma che abbiano contratto la patologia o per esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell’amianto ovvero per esposizione ambientale comprovata e che siano deceduti nel corso dell’anno 2015 e dell’anno 2016 possono essere erogate agli eredi, nella misura fissata dal decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 4 settembre 2015 ripartita tra gli stessi, su domanda, corredata di idonea documentazione, presentata dai medesimi entro il 31 marzo 2017. Le prestazioni di cui al presente comma sono erogate a valere sulle disponibilita’ presenti nel Fondo per le vittime dell’amianto, di cui all’articolo 1, comma 241, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, istituito presso l’INAIL, nei limiti delle somme individuate dal citato decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 4 settembre 2015 e destinate alla copertura delle spese per le prestazioni in favore degli aventi diritto per l’anno 2015 e per l’anno 2016.”.

Anche il Norlevo senza obbligo di prescrizione

Con la determina AIFA n. 219 dell’1 febbraio 2016, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 52 del 3 marzo 2016 è stato soppresso l’obbligo di prescrizione per il farmaco Norlevo, un vecchio ma efficace farmaco per la contraccezione d’emergenza, la cosiddetta “pillola del giorno dopo”.

Nella determina AIFA viene precisato che il farmaco Norlevo, nelle confezioni da 2 cpr di 0,750 mg o 1 cpr da 1,5 mg, può essere acquistato in farmacia senza presentazione di ricetta medica, ma solo per le donne maggiorenni.

Per le donne di età inferiore a 18 anni sarà ancora necessario presentare in farmacia una ricetta “non ripetibile”, cioè da rinnovare ogni volta.

Estensione platea Fondo vittime dell’amianto

capanno con tetto in Eternit, un materiale ad alto contenuto di amianto

capanno con tetto in Eternit, un materiale ad alto contenuto di amianto (tratto da Wikipedia.org)

E’ stato pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il Decreto Interministeriale 4 settembre 2015 con cui vengono definiti i criteri di una prestazione aggiuntiva per i soggetti affetti da mesotelioma pleurico, rispetto a quella normalmente erogata dal fondo vittime dell’ amianto.

Si tratta del decreto attuativo del comma 116 della legge 190/2014, con cui viene previsto il diritto alle prestazioni del Fondo nei anche nei confronti dei “malati di mesotelioma che abbiano contratto la patologia o per esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell’amianto o per esposizione ambientale comprovata”.

Si faccia attenzione che sono incusi quindi tutti i soggetti con patologia NON insorta per esposizione professionale,

Indicazioni operative “Accesso alle cure della Persona Straniera”

Accesso cure stranieri_MS-ISSUna sfaccettatura particolarmente importante del problema dell’immigrazione, glandestina o regolare che sia, è quella dell’accesso alle cure e agli interventi sanitari delle persone presenti sul territorio italiano ma non cittadini italiani, quindi turisti, stranieri regolarmente presenti sul territorio nazionale per un tempo definito (studenti, lavoratori, etc), immigrati con regolare permesso di soggiorno, immigrati in attesa di riconoscimento dello status di “rifugiato politico”, immigrati glandestini.

Nel tempo, regolamenti, leggi e sentenze si sono sovrapposti creando una certa confusione e rendendo difficile, sia agli operatori coinvolti che agli immigrati stessi, la percezione corretta delle possibilità offerte dal Sistema Sanitario Nazionale rispetto alle problematiche di salute.

L’accesso alle cure peraltro è spesso visto dagli immigrati glandestini come pericoloso per la loro condizione di soggetti penalmente perseguibili.

In ragione di questa difficoltà, il Ministero della Salute in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità e con un Avvocato del Foro di Palermo esperto in Diritto dell’Immigrazione, naturalmente coadiuvati dagli esperti in comunicazione scientifica dell’ISS, hanno compilato una guida intitolata “L’accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative“.

Meduse e Tracine

Siamo in estate, tanto caldo, ustioni, colpi di calore,  … ci mancavano anche le meduse e le tracine.

In estate effettivamente le bellissime quanto temibili meduse, seguendo le correnti calde,  si affacciano su spiagge e scogliere dell’italico paese. Bianche o colorate, con tentacoli corti o lunghi, il risultato non cambia: il contatto con i tentacoli di uno di questi animali è paragonabile ad una dolorosa frustata.

Lasciando da parte tecnicismi e nomi difficili, possiamo dire semplicemente che le meduse, lungo i tentacoli, hanno numerosissime piccolissime vescicolette piene di una sostanza fortemente irritante per la cute.

Durante il contatto alcune vescicole si rompono riversando la sostanza tossica sulle cute, altre si distaccano e restano integre sulle cute. Quindi dopo il contatto si ha una reazione immediata con bruciore, dolore e arrossamento della pelle, effetti questi che durano a lungo per la persistenza del tossico sulla pelle, magari per la rottura ritardata delle vescicolette rimaste in loco.

Interventi per la SLA – Regione Sicilia

Comunico a chi fosse interessato che con D.A. n. 899 dell’11-5-2012 della Regione Sicilia è stato approvato l‘avviso pubblico concernente progetti finalizzati al miglioramento della qualità della vita dei soggetti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (S.L.A.), pubblicato in estratto sulla G.U.R.S. n. 20 del 18-5-2012.

Le istanze per il sostegno economico devono essere indirizzate al Comune di residenza, secondo le indicazioni del bando e secondo le procedure previste dall’art. 11 dell’avviso.

La scadenza per la presentazione dell’istanza è le ore 12.00 del giorno 18 Giugno 2012.

Da QUI il collegamento alla pagina del sito della regione Sicilia da dove scaricare-visionare il bando.

Le sezioni AISLA della Sicilia in cui sono reperibili i recapiti dei referenti, sicuramente in grado di dare informazioni riguardanti i territori delle diverse province,  possono essere visionate da questo link: http://www.aisla.it/sezioni.php?idReg=11

S. Nicolosi

La Nimesulide NON è più prescrivibile per le artralgie croniche.

L’AIFA ha emesso un comunicato in cui viene modificata la prescrivibilità dei farmaci contenenti Nimesulide.

In verità i farmaci contenenti nimesulide sono tra i più usati, ad ogni età, nel trattamento del dolore articolare. Ma questo è anche uno dei farmaci antinfiammatori più “chiaccherati” a livello europeo, tanto che alcuni stati lo hanno bandito dal proprio prontuario farmaceutico. L’EMA, l’Agenzia Europea del Farmaco, già il 23 giugno 2011 aveva individuato un profilo di rischio della nimesulide non favorevole, tanto da sconsigliare il trattamento sintomatico del dolore osteoarticolare con questo farmaco.

E' l'attivazione del "complemento" che provoca l'artrosi?

L’artrosi è una degenerazione delle articolazioni con cui tutti, avanzando l’età, sono costretti a confrontarsi; dolori a grandi e piccole articolazioni possono rendere difficoltose le attività quotidiane e, a volte, rendere penosa o addirittura impossibile la deambulazione.

In effetti, il costo per il consumo di FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei, è uno dei capitoli di maggiore peso nel SSN. Senza contare il costo economico, ma anche sociale ed umano, correlato agli effetti collaterali delle terapie antinfiammatorie.

Ad oggi, non esistono farmaci che con certezza assoluta, impediscono, o almeno riducono significativamente, l’insorgenza e la progressione della degenerazione artrosica articolare.

Sul numero 17/2011 di Nature Medicine è stato pubblicato uno studio condotto da un gruppo di ricercatori di università americane, ma di cui faceva parte anche il il professor Leonardo Punzi dell’Università di Padova, che ha cercato di sviscerare i meccanismi fisiopatologici che innescano il processo degenerativo e poi lo perpetuano, aprendo prospettive terapeutiche del tutto nuove.

Lo studio ha posto l’accento sul ruolo ruolo fondamentale di un gruppo di proteine coinvolto nei fenomeni immunitari e nella protezione dalle infezioni chiamato “complemento“.

Sindrome delle apnee del sonno e guida


Il 15 giugno 2011 si è svolto alla Camera dei Deputati il convegno “Disturbi respiratori ed incidenti stradali: le apnee nel sonno. Situazione attuale e prospettive future”.
Il convegno è il frutto di una collaborazione tra l’Automobile Club d’Italia, l’AIPO (Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri, la FIMPST (Federazione Italiana contro le Malattie Polmonari Sociali e la Tubercolosi) e la SIMeR (Società Italiana di Medicina Respiratoria).
Nel convegno i relatori hanno messo in evidenza le problematiche relative al rischio di andare incontro ad incidente stradale in soggetti con sindrome da Apnee del sonno (OSAS).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: