Tag: INPS

Polo Unico per le visite fiscali

Dal giorno 1 settembre, entra in funzione il “Polo Unico per le visite fiscali“.

Ciò ai sensi degli articoli 18 e 22 del decreto legislativo 25 maggio 2017 n. 75, secondo il quale gli accertamenti per le assenze dal servizio per malattia dei dipendenti pubblici saranno di competenza esclusivamente dell’Inps.

In questo modo, dal 1° settembre l’INPS gestirà le visite mediche di controllo sia dei lavoratori del settore privato che di quello pubblico.

Con il Messaggio n. 3265 del 9 agosto 2017 l’INPS comincia a dare delle indicazioni sullo svolgimento del servizio di accertamento dello stato di malattia per i dipendenti pubblici.

In realtà nei citati articoli vengono previsti appositi decreti ministeriali per l’uniformazione delle fasce orarie di reperibilità nei due settori, privato e pubblico, e per la definizione delle modalità per lo svolgimento degli accertamenti medico legali; ad oggi però tali decreti non sono stati emessi ma l’INPS comunque ha iniziato a dare proprie indicazioni.

Ad oggi, sono previste:

  1. quattro ore al giorno per il settore privato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19
  2. sette per il pubblico, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Non tutte le categorie di dipendenti pubblici sono interessate alle novità sulle visite mediche di controllo per assenza per malattia.

Certificato d’invalidità sul nuovo sito INPS

Da ormai diversi anni i medici sono abituati ad inviare il certificato d’invalidità, sia civile che contributiva con modello SS3.

Pur con periodiche difficoltà dovute a modifiche nel modello usato per l’invalidità civile legge 104, disabilità, sordità e cecità, fino ad oggi comunque tutti sapevamo almeno come accedere.

Con l’avvento del nuovo sito INPS sembrano sparite le pagine per l’accesso ai medici certificatori.

Aggiornati per il 2016 gli importi e i limiti di reddito delle pensioni d’invalidità

Con la circolare n. 210 del 31 dicembre 2015 l’INPS ha reso noto gli importi e i limiti di reddito delle provvidenze economiche degli invalidi civili, compresi quelli per sordità, cecità e particolari malattie (thalassemia e drepanocitosi), per l’anno 2016.

Ad ottobre sospesa l’invalidità civile a chi da marzo non si è presentato a visita di revisione

Con un messaggio inserito nelle “News” del suo sito e con un comunicato stampa, l’INPS il 25/09/2015 ha comunicato che da ottobre sospenderà la corresponsione dei trattamenti d’invalidità a coloro per il quale era prevista revisione e, chiamati a visita da marzo 2014, ad oggi non si sono presentati a visita.

Convenzione INAIL-INPS per il riconoscimento dell’Inabilità temporanea

Il 2 aprile ultimo scorso l’INAIL e l’INPS, con una circolare congiunta, la n. 47 per l’INAIL e la 69 per l’INPS, hanno fornito alle sedi periferiche le istruzioni operative per i casi di riconoscimento di periodi di inabilità con dubbi sulla competenza.

L’Inail e l’Inps con circolare congiunta n. 47/69 del 2 aprile 2015 hanno fornito istruzioni operative relative al nuovo accordo fra i due Enti finalizzato alla trattazione dei casi in cui sussistano fondati dubbi circa la competenza assicurativa.

In passato sono state fatte altre convenzioni ed impostati protocolli similari, ma le criticità sono state tante e le situazioni in cui il lavoratore veniva “palleggiato” tra INAIL ed INPS per il pagamento della sua malattia sono state numerose, così come numerose sono state le azioni legali conseguenti.

Rispetto al passato nella convenzione ci sono delle conferme e alcune novità.

Per i soggetti affetti da Autismo nuove linee guida INPS

Proprio in occasione della Giornata internazionale sulla consapevolezza dell’autismo è arrivata la notizia che il dottor Piccioni (coordinatore generale Medico-legale dell’Inps) aveva appena inviato alle sedi periferiche INPS una comunicazione affinché i soggetti con autismo, in ambito di invalidità civile e legge 104/92, venissero valutati su atti

Prima di qualche commento, leggiamo la comunicazione:

Protocollo d’intesa tra Regione Siciliana e INPS per l’accertamento dell’invalidità civile

Con il Decreto Assessoriale 289/2015 la Regione Siciliana ha approvato il protocollo d’intesa per l’affidamento all’INPS  dell’accertamento dello stato d’Invalidità Civile, di Handicap, di Sordità, di Cecità e di Disabilità (legge 68/99).

L’affidamento, definito “sperimentale” e per 1 anno, riguarda le province di Trapani, Caltanissetta, Enna e Messina; segnalo però che già da un anno a Trapani era attivo questo protocollo “sperimentale”, e quindi per questa provincia si tratta di un proseguimento di questa attività.

Il subentro avverrà, per le province di Caltanissetta ed Enna, a partire dal 1° giugno 2015, per la provincia di Messina a partire dal 1° settembre 2015 e verranno affidate all’INPS le domande presentate nelle diverse province a partire dalle date indicate.

A questo proposito però nel protocollo d’intesa, all’art. 7, testualmente viene affermato:

INPS: nuova circolare sulle revisioni d’invalidità civile


Con la circolare n. 10 del 23 gennaio 2015, l’INPS precisa i criteri operativi che, a suo parere, scaturiscono dal comma 6 bis dell’art. 25, Legge n. 114/2014 di conversione del D.L. 90/2014.

In sostanza l’INPS laddove sia prevista una revisione per i tolari d’invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, avoca a sé e alle proprie Commissioni il compito di effettuarle.

Indubbiamente si nota una sempre maggiore tendenza dell’INPS ad acquisire maggiori competenze sull’accertamento dell’invalidità civile, globalmente intesa; per ulcuni versi si tratta di una favorevole tendenza, visto che, ad esempio e come meglio specificato in appresso, i costi per le Commissioni vengono sgravati dai già magrissimi bilanci regionali per la sanità.

Ma qui ci sarebbe da aprire anche un ulteriore capitolo sui costi che l’INPS deve sostenere per i medici che si occupano di invalidità civile, penoso capitolo per i costi esorbitanti rispetto a sbandierati risparmi … ma non è proprio così; per ora non parliamone.

Il documento è suddiviso in paragrafi, in ciascuno dei quali sono trattati casi specifici.

Aggiornati per il 2015 gli importi e i limiti di reddito delle pensioni di invalidità civile

Con la circolare n. 1 del 09/01/2015 l’INPS ha reso noto gli importi e i limiti di reddito delle provvidenze economiche degli invalidi civili, compresi quelli per sordità, cecità e particolari malattie (thalassemia), per l’anno 2015.

L’allegato 3 della circolare riporta, oltre agli importi delle provvidenze per gli invalidi civili compresi i ciechi civili e i “sordi” (ex sordomuti) , anche gli importi delle pensioni sociale e di altre provvidenze previdenziali

La circolare può essere letta da QUESTO collegamento.

Gli importi veri e propri si trovano nell’allegato 3, leggibile da QUI.

Quelli dell’invalidità civile, prima i ciechi civili, si trovano a partire dalla pagina 28.

Ho provveduto ad aggiornare tutti gli importi per le prestazioni di invalidità civile nelle varie pagine di questo blog.

Dott. Salvatore Nicolosi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: