Tag: Fibrillazione atriale

Rivaroxaban approvato anche in Italia per la fibrillazione atriale

Il Rivaroxaban, uno dei nuovi farmaci anticoagulanti che nel tempo dovrebbe sostituire Warfarin e Dicumarolo è stato approvato in Italia.

L’AIFA, con la determina  740/2013 del 2 Agosto 2013, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.202 del 29-8-2013, ha ammesso alla rimborsabilità le formulazioni da 15 mg e 20 mg del Rivaroxaban, nome commerciale Xarelto, con le seguenti indicazioni:

Apixaban migliore del Warfarin

La nuova edizione di ESC 2011, un importantissimo congresso mondiale di cardiologia, è stata caratterizzata dalla pubblicazione dei dati ottenuti nello studio ARISTOTLE (Apixaban for Reduction in Stroke and Other Thromboembolic Events in Atrial Fibrillation).

18.201 pazienti di 39 paesi differenti, affetti da fibrillazione atriale e con almeno un altro fattore di rischio cardiovascolare sono stati arruolati in questo studio per valutare l’efficacia e la sicurezza di Apixaban, un nuovo inibitore orale diretto del fattore della coagulazione Xa, quindi che interferisce con la conversione della protrombina a trombina e conseguentemente con la formazione degli aggregati di fibrina.

Approvato in Europa il Dabigatran nella Fibrillazione Atriale


Una delle più “fastidiose” incombenze dei pazienti con Fibrillazione Atriale in terapia con Warfarin è certamente correlata alla necessità di controllare assiduamente l’INR.

L’effetto anticoagulante del Warfarin è piuttosto variabile e risente di molteplici fattori, alimentari e non.

In un certo senso si tratta di una continua lotta avente come attori il paziente, il medico e il farmaco, basato su frequenti aggiustamenti terapeutici, raccomandazioni dietetiche, attenzione a farmaci interferenti.

Il Dabigatran etexilato, un inibitore del fattore IIa della coagulazione, ha dimostrato in parecchi studi una efficacia paragonabile, se non superiore, al Warfarin.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: